Stampa

Contributo per il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche nelle abitazioni

Postato in Servizio Socio Assistenziale

Cos'è
La Legge 9 gennaio 1989, recante "Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione della Barriere architettoniche negli edifici privati", è fondamentalmente volta ad assicurare l'utilizzazione degli spazi edificati e a quelli ad essi accessori, con riguardo a chi permanentemente o temporaneamente, soffre di una ridotta o impedita capacità motoria.

A chi rivolgersi:

Servizio Socio Assistenziale previo appuntamento da fissare contattando il numero 0331 368224

Chi può richiedere il contributo:

  • i portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti , ivi compresa la cecità, ovvero quelle relative alla deambulazione ed alla mobilità;
  • coloro che hanno a carico tali persone , o il condominio ove risiedono tali categorie di beneficiari;
  • l'handicap deve avere carattere permanente. Occorre un certificato medico che attesti la disabilità. Il certificato può essere redatto da un qualsiasi medico e deve attestare l'handicap del richiedente, precisando da quali patologie dipende e quali obbiettive difficoltà alla mobilità ne discendono;
  • qualora il richiedente si trovi nelle condizione di portatore di handicap riconosciuto invalido totale, occorre la produzione della specifica attestazione rilasciata dall'A.S.L.

Modalità e termini:

  • La domanda deve essere presentata in carta da bollo dal portatore di handicap, o chi ne esercita la tutela o la potestà, per l'immobile nel quale lo stesso ha la residenza abituale;
  • la domanda deve essere inoltrata al Sindaco del Comune dove l'immobile è sito, entro il 1º marzo di ogni anno ;
  • nel caso in cui le spese fossero sostenute dal condominio, nella domanda dovrà comparire il nominativo dell'Amministratore ed allegata la deliberazione dell'Assemblea condominiale di approvazione delle opere;
  • la domanda deve contenere la descrizione delle opere da realizzare , nonché il spesa complessiva prevista;
  • dopo la presentazione della domanda, gli interessati possono realizzare le opere, senza attendere la conclusione del procedimento amministrativo.

Entità del contributo:
Il Contributo viene erogato dal Comune dove si è presentata la domanda, non appena la Regione liquida la somma richiesta, documentata nella fattura che attesta l'effettivo svolgimento dei lavori. 

Normativa di riferimento:

Tutte le informazioni e la specifiche sono reperibili nella sezione dedicata del sito di Regione Lombardia

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.